eToro
Markets
Plus500
AvaTrade
XM
 


Come comprare valuta sul mercato delle valute

Il mercato delle valute è senza dubbio il più grande mercato del mondo. Il nome Forex deriva dalla contrazione del nome inglese “ Foreign Exchange”, ossia letteralmente “mercato dei cambi”. Questo mercato rappresenta, da solo, i tre quarti delle transazioni quotidiane nel mondo. Rispetto ad altri mercati come ad esempio quello borsistico, il Forex ha la caratteristica di essere facilmente accessibile poiché non richiede conoscenze tecniche particolari.

Il crescente successo è dovuto in gran parte all’avvento di internet. Infatti, per tradare nel Forex, basta un computer connesso al web. Tuttavia, malgrado questa semplice accessibilità, il mercato rimane ancora poco conosciuto.

 

Quale è la caratteristica del Forex?

Contrariamente ai mercati borsistici che funzionano con quotazioni centralizzate, il mercato delle valute propone solo transazioni private. In altri termini, i compratori ed i venditori effettuano le transazioni in modo diretto ed individuale sia per telefono o tramite una piattaforma di trading su internet.

Un’altra caratteristica del mercato delle valute è l’effetto leva. Proposto dai broker (ossia dalle piattaforme online), l’effetto leva permette ai trader di moltiplicare la cifra dell’investimento per 100, 200, 300 o 400. Permette dunque l’acquisto di lotti importanti senza aver bisogno di un grosso capitale d’investimento. E’ senza dubbio per questo motivo che il mercato delle valute è diventato, in questi ultimi anni, molto apprezzato dagli investitori privati.

 

Spese di intermediazione basse

Gli investitori del Forex possono godere di spese e commissioni molto ridotte. Al contrario del mercato azionario, non esistono i diritti di custodia, le spese per acquisto e vendita, di tenuta del conto e delle tasse governative… Le sole spese richieste sono legate allo spread (differenza tra il prezzo di vendita ed il prezzo di acquisto).

Per limitare ulteriormente il costo dell’investimento nel Forex, è possibile comparare gli spread che variano da un broker all’altro. Può essere d’aiuto consultare il nostro articolo di comparazione degli intermediari online che fornirà indicazioni precise sugli spread praticati per le principali coppie di valute. 

 

Un mercato molto accessibile

Per tradare nel Forex, non è necessario spostarsi. Tramite internet, è possibile tradare direttamente iscrivendosi sulle piattaforme di trading messe a disposizione gratuitamente da tutti gli intermediari online. Il fatto di passare attraverso le piattaforme di trading online ha come vantaggio quello di ridurre i costi di transazione poiché in questo caso non esiste un vero intermediario. Si agisce direttamente sul mercato semplicemente grazie alla piattaforma che compie le azioni per l’utente. Le piattaforme hanno anche un altro vantaggio importante per i piccoli investitori: poter aprire dei “mini conti”. In effetti, le piattaforme permettono di iniziare a tradare a partire da 100$ e quindi fanno sì che gli esordienti o gli investitori con redditi bassi possano imparare senza correre troppi rischi.

Inoltre, le piattaforme di trading che si trovano attualmente online sono concepite per permettere ai trader anche novizi di piazzare degli ordini in tutta semplicità e senza conoscenze tecniche preliminari.

 

Un mercato sicuro e disponibile

Il mercato dei cambi rappresenta più di 3.600 miliardi di dollari al giorno e questo lo rende il più grande mercato del mondo. Inoltre, il volume delle transazioni aumenta ogni anno. Le possibilità di frode sono praticamente impossibili, e questo lo rende rende molto sicuro, malgrado l’accessibilità via internet. Il mercato è aperto di continuo e non subisce tempi morti, il che implica il fatto che si possa reagire rapidamente ad un avvenimento o ad un’attualità qualsiasi, cosa che non succede per gli altri mercati borsistici che devono sottostare a determinati orari di apertura.

 

Un mercato molto reattivo

Infine, oltre ai vantaggi appena citati, il Forex è un mercato che reagisce in modo molto forte a numerosi indicatori sia tecnici che psicologici. Anche argomenti di attualità che influiscono sulle valute sono numerosi e facili da trovare.

 

In che modo e dove acquistare valute?

Per acquistare valute e godere ulteriormente dei profitti legati al tasso di cambio, non è più necessario recarsi in banca o ad uno sportello dedicato.

Sarà infatti possibile acquistare valute (euro, dollari, sterline, yen..) in modo semplice direttamente internet. Occorrerà accedere alle piattaforme di trading dette anche broker le quali permettono di inoltrare degli ordini di acquisto in tempo reale. 

 

Quali sono i vantaggi del mercato delle valute?

Il Forex presenta diversi vantaggi rispetto ad altri mercati in cui si può investire. 

In primo luogo, la redditività delle operazioni effettuate nel Forex è spesso importante perché le piattaforme di trading mettono a disposizione effetti leva in grado di permettere ai piccoli investitori di realizzare profitti interessanti moltiplicando il capitale d’investimento per 100 o 200. E’ dunque uno strumento eccellente per diversificare gli investimenti. Inoltre, grazie all’effetto leva, è possibile investire sul corso delle valute anche con un capitale d’investimento basso e sperare di guadagnare somme interessanti. 

Un’altra caratteristica del Forex riguarda la sua incredibile liquidità. Estremamente reattivo, questo mercato è aperto in discontinuo 7 giorni su 7, 24 ore su 24.  Inoltre, è senza dubbio il mercato più reattivo agli avvenimenti esterni. Ogni attualità economica, finanziaria o politica trasmessa dai media è largamente analizzata e offre indicazioni preziose per ottimizzare gli investimenti passando da una valuta all’altra.

 

Quali sono le piazze finanziarie importanti e quando sono aperte?

Esistono diverse piazze finanziarie importanti tra cui Londra, New York e Tokyo per citarne alcune. A seguire, i mercati di Zurigo, Francoforte, Hong Kong, Singapore, Parigi e Sidney. Il numero elevato di mercati in tutto il mondo permette che il Forex funzioni ininterrottamente dal lunedì al venerdì. La prima apertura dei mercati avviene a Sidney mentre la chiusura a New York. E’ quindi possibile tradare 24 ore su 24.

Grazie alle piattaforme di trading online, è possibile tradare nel mercato dei cambi in modo continuo senza tener conto degli orari di apertura delle diverse piazze finanziarie. Tuttavia, gli orari possono fungere da ottimi indicatori rispetto ai momenti in cui si potranno osservare più movimenti e, al contrario, a quelli in cui le variazioni saranno più lievi.

 

Cosa fa evolvere il tasso di cambio delle valute?

Come per tutti i mercati, è la differenza tra l’offerta e la domanda che permette al tasso di cambio di una valuta di evolvere rispetto ad un’altra.  Più una valuta viene acquistata, più il suo valore aumenta e, al contrario, più è venduta, più il suo valore si abbassa. Occorre comunque tener conto di questi elementi per ognuna delle due valute interessate.

Il mercato delle valute è tuttavia un mercato molto concorrenziale perché gli operatori non possono intervenire sul tasso di cambio delle valute allo scopo di modificarlo. Per questo, è frequente che alcuni governi utilizzino l’effetto annuncio per modificare indirettamente la tendenza di un tasso inculcando negli investitori speranze o dubbi.

 

Quali valute si possono acquistare o vendere nel Forex?

Nel Forex vengono scambiate tutte le valute mondiali, ed è possibile tradare qualsiasi moneta nazionale o internazionale.  Tuttavia, le coppie di valute proposte dai broker online variano da una piattaforma all’altra. La maggior parte dei broker permette la compravendita delle principali valute.

Les crossI cross o coppie di valute più scambiate nel mercato sono quelle che includono il dollaro americano, per esempio EUR/USD, ossia il cross euro/dollaro. E’ fondamentale notare che le quotazioni associate ad ogni cross mostrano sia il tasso del cross per l’acquisto che quello alla vendita, in quest’ordine.

E’ possibile tradare anche valute più esotiche e meno popolari in grado di offrire buone opportunità.

 

Le valute maggiori

 

L’EUR/USD

L’EUR/USD è il cross più trattato con oltre il 28% di transazioni registrate nel 2009. Questo cross è privilegiato dagli investitori perché la sua evoluzione è facile da seguire grazie alla forte mediatizzazione di cui beneficiano il dollaro e l’euro.

 

Il GPB/USD

Questo cross è stato uno dei primissimi trattati sul Forex. Era uno dei preferiti dei trader prima dell’arrivo dell’Euro e rappresenta ancora oggi più del 15% delle transazioni annuali.

 

L’USD/JPY

L'USD/JPY senza dubbio uno dei cross più interessanti da trattare per le sue peculiarità legate alla politica finanziaria nipponica. In effetti lo Yen è la valuta che ha il più basso tasso d’interesse del mercato. Un deprezzamento volontario che permette al paese di restare molto concorrenziale nelle esportazioni.

 

L’USD/CHF

Considerato come un vero valore rifugio, il cross USD/CHF è ideale per i trade a breve e medio termine per via della bassa volatilità del Franco Svizzero.

 

L’USD/CAD

La vicinanza geografica immediata degli Stati Uniti e del Canada fa del cross USD/CAD un cross eccellente per i carry trades. È consigliabile sorvegliare attentamente le fluttuazioni dei tassi d’interesse canadesi per profittare al meglio delle opportunità di guadagno che presenta.

 

L’AUD/USD

Anche in questo caso i differenziali di tasso tra il dollaro americano e australiano sono dei buoni indici e permettono di realizzare dei buoni utili. Bisogna però notare che il dollaro australiano presenta dei fortissimi tassi d’interesse.

 

Il NSD/USD

Propizio al Carry Trade, il cross NSD/USD è sconsigliato per i trade a lungo termine a causa delle importanti variazioni registrate dai tassi d’interesse del dollaro neozelandese.

 

Come scegliere il migliore broker o intermediario online?

Anche la scelta della piattaforma di trading è un fattore molto importante. Sul nostro sito, è possibile comparare i diversi broker, i mezzi di pagamento, il bonus dei migliori broker, i loro vantaggi e svantaggi. Per iniziare, è consigliabile farsi una propria opinione utilizzando i software di dimostrazione proposti dalla maggior parte degli intermediari.  Questo permetterà di familiarizzare con l’interfaccia di trading e di apprezzarne la semplicità e dunque di vedere se la piattaforma è adeguata al proprio livello.

Una volta effettuata la scelta, è consigliabile cominciare a puntare piccole somme per prendere confidenza con il mercato. Bisogna infatti evitare di perdere molto denaro a causa della mancanza di esperienza.

Infine, occorre sempre ricordare di fissare dei limiti per non rischiare di mettersi in pericolo investendo un capitale che potrebbe essere in futuro indispensabile.

Tra tutti i diversi argomenti che affronteremo sul sito, si troveranno risposte precise a tutte le maggiori domande.

 

Perché utilizzare un conto dimostrativo per debuttare nel Forex?

Una delle prime cose che si impara iniziandosi al trading Forex è che in questa attività non esistono cose evidenti. 

Talvolta, addirittura, ciò che avviene in un conto dimostrativo non riflette la realtà del mercato.

Tuttavia il conto dimostrativo potrà far conoscere ai principianti le sensazioni del trading ed insegnerà loro a riconoscere le proprie debolezze.

Ovviamente sarà sempre più interessante capire i propri errori perdendo del denaro fittizio piuttosto che subire delle pesanti perdite reali e rendersi conto del proprio errore nel momento in cui non c’è più niente da fare. Il conto dimostrativo serve allora al trader come un foglio di brutta copia serve ad uno studente. Inoltre i conti dimostrativi non sono destinati soltanto ai trader principianti ma anche ai più consumati: quando questi ultimi desiderano testare l’efficienza di una nuova tecnica, trattano con un conto dimostrativo.

 

Sentirsi immersi senza essersi ancora tuffati

Il trader potrà allora sperimentare il Forex con il suo conto dimostrativo ed avere, così, un’idea dell’ambiente di trading nelle sale di contrattazione.

Generalmente i conti dimostrativi si aprono con una somma di denaro prestabilita, nell’ordine di cinquantamila dollari o più, che il trader potrà piazzare in varie operazioni. Potrà così utilizzare e provare le diverse tecniche di trading. Spesso l’utilizzo di denaro con i conti dimostrativi è registrato in modo tale da permettere di seguire le performance dei conti dimostrativi e dei piazzamenti scelti.

 

Quali conti dimostrativi scegliere? Presso quale fornitore?

È assolutamente possibile andare in internet per trovare dei conti dimostrativi disponibili oggi presso numerosi fornitori.

Tuttavia bisogna ben selezionare e scegliere quelli più affidabili.

A tal fine bisogna iscriversi a diversi conti e stabilire un confronto a livello della gamma di prezzi e di servizi proposti.

Inoltre i più economi potranno iscriversi ad un conto dimostrativo ed aprirne poi un altro presso un diverso fornitore quando il primo giunge a scadenza.

Il solo inconveniente in ciò rimane tuttavia la necessità di imparare continuamente il principio di funzionamento delle varie piattaforme quando si cambia fornitore di conto dimostrativo.

 

Come ci si iscrive ad una piattaforma di trading?

L’iscrizione ad una piattaforma di trading si fa molto semplicemente e in pochi minuti.

Vi basta in un primo tempo scegliere con cura il mediatore con il quale effettuerete le vostre operazioni e quindi riempire un formulario di iscrizione.

Ovviamente, e per poter guadagnare del denaro con le vostre speculazioni, dovrete effettuare un primo deposito sul vostro conto di trading.

Una volta piazzato il vostro denaro, potrete utilizzarlo liberamente per puntare o prendere posizione su delle coppie di valute o altri attivi, al ribasso o al rialzo. Le vostre posizioni saranno poi chiuse nel momento di vostra scelta, quando i guadagni prodotti vi sembreranno sufficienti.

 

Come guadagnare del denaro efficacemente trattando online?

Alla fin fine, la domanda che tutti si pongono a proposito del trading online riguarda i metodi che permettono di produrre il massimo di benefici. Per farlo, ovviamente, bisogna imparare in un primo tempo le basi dell’investimento su Internet.

Ma niente panico! I broker o mediatori online del mercato hanno previsto tutto e vi propongono gratuitamente delle formazioni, delle guide personalizzate o anche dei tutorial e dei conti dimostrativi gratuiti per guidarvi e garantirvi il successo.

 

Gli orari dei vari mercati

Cominciamo interessandoci agli orari di trading dei vari mercati Forex del mondo nell’ordine cronologico nel quale vengono aperti.

Notiamo che gli orari indicati corrispondono a quelli del fuso orario italiano ovvero UTC/GMT.

Il primo mercato ad aprire è il mercato australiano che comincia alle 22 e chiude alle 6. È seguito dal mercato di Tokyo, da mezzanotte alle 8. Vengono poi i mercati di Singapore e Hong-Kong che aprono dalle 2 alle 10, successivamente il mercato di Francoforte dalle 7 alle 15, il mercato di Londra dalle 8 alle 16 ed infine il mercato di New York aperto dalle 13 alle 22. 

Guardando più da vicino questi orari, si constatano due cose. La prima è che c’è sempre almeno un mercato aperto nell’arco delle 24 ore e la seconda che ci sono diversi momenti della giornata duranti i quali diversi mercati sono aperti contemporaneamente. Tra le 13 e le 17, infatti, i mercati di New York e Londra sono aperti contemporaneamente, tra mezzanotte e le 7 sono i mercati australiano e giapponese ad essere aperti in simultanea e tra le 8 e le 21 i mercati londinese e cinese sono anch’essi aperti contemporaneamente. 

 

Perché è così importante conoscere gli orari di apertura di questi mercati?

Come certamente sapete, il trading delle valute può essere rapidamente redditizio grazie all’effetto leva proposto dai broker che permette di aumentare considerevolmente i vostri guadagni con piccole variazioni di valore.

Ma l’errore più frequente dei principianti è di trattare in qualsiasi momento della giornata, senza tenere conto dei mercati aperti o no. Sebbene ciò non sia evidente, questi trader limitano spesso i loro guadagni perché non profittano dei migliori momenti per trattare. 

Per diventare un trader Forex efficace, infatti, bisogna prima di tutto profittare dei momenti di forte volatilità, ovvero i momenti durante i quali i valori evolvono con la massima ampiezza. 

Più i volumi scambiati sono significativi, più la reazione degli investitori sarà massiccia e quindi i valori si muoveranno più rapidamente. Ora, perché questi volumi siano importanti, bisogna che i trader che investono nello stesso momento siano numerosi.

 

Gli orari più interessanti per trattare sul Forex

Dopo quanto detto sopra, si capisce facilmente che i migliori orari per  trattare sul Forex sono gli orari duranti i quali più mercati sono aperti contemporaneamente. Di conseguenza, si può dedurne che i momenti più propizi per ottenere dei guadagni significativi sui mercati dei cambi sono innanzitutto dalle 13 alle 17, soprattutto se trattate sulle coppie di valute direttamente coinvolte da questi mercati ovvero EUR/USD, GBP/USD e USD/CHF. Altre fasce orarie interessanti per speculare in diretta sui mercati delle valute sono quelle comprese tra le 6 e le 8 del mattino e tra mezzanotte e le 3 del mattino, anche se questi orari sono un po’ difficili per i trader italiani.

 

Cominciare a trattare sui mercati delle valute

Trattare sui mercati delle valute è un buon modo di cominciare a far fruttare i vostri risparmi investendo senza esperienza e senza conoscenze particolari. Il mercato Forex è infatti uno dei più facili per i trader che cominciano.

Corsi delle valute

plus500