Markets
eToro
Plus500
AvaTrade
XM
 


Tradare sul dollaro americano

Tradare sul Dollaro americano è senza dubbio uno dei modi migliori per generare profitti nel mercato dei cambi a causa della grande popolarità mondiale di questa valuta e la marea di indicatori che esistono in relazione ad essa. Vediamo qui alcuni consigli pratici per speculare sui cross comprendente il Dollaro.

 

Perché il dollaro americano è così popolare?

Non a caso il Dollaro, ed in particolare quello americano, è oggi la valuta più tradata nel mondo. Il volume delle transazioni su questa valuta nel Forex raggiunge ogni anno il record dell’ 85% degli scambi.

La spiegazione più logica è da ricercarsi nella storia. La valuta americana è stata sempre considerata come la valuta base per il calcolo delle quotazioni delle altre valute. Nel 1972 è stato instaurato un sistema monetario internazionale avente il dollaro come valuta di riferimento.

Nonostante oggi le cose siano leggermente cambiate, per i trader, il dollaro rimane un punto di riferimento principale nel mercato dei cambi. Tuttavia, gli Stati Uniti non sono l’unico posto in cui è in circolazione il Dollaro americano. Anche altre regioni del mondo, come le Isole vergini britanniche, il Salvador, l’Equador o il Timor Est lo utilizzano come moneta principale.

 

I vantaggi di tradare sul dollaro americano

Il dollaro presenta diversi vantaggi tra cui quello di essere la valuta più utilizzata per le transazioni commerciali nel mondo. Malgrado ciò, la valuta americana non è la moneta più presente nel pianeta. Recentemente, è stato spodestato dall’euro, divenuta la moneta più emessa al mondo.

Ma non è tutto. Infatti, se molti investitori sembrano interessarsi molto a questa valuta per il trading, è anche perché il dollaro possiede oggi un gran numero di mercati finanziari tra i più importanti. Inoltre, alcune valute, come si noterà, vengono scambiate solo contro il dollaro. E’ dunque preferibile detenere un capitale in dollari americani per potere beneficiare anche di questo.  Parliamo ad esempio del Bath tailandese.

Infine, da un punto di vista puramente psicologico, l’importanza data al dollaro americano dagli specialisti finanziari e gli investitori genera una quantità di informazioni e di analisi molto più elevata rispetto alle altre valute;  per questo è  molto più semplice operare delle deduzioni grazie, appunto, al gran numero di pubblicazioni relative a questa valuta. Le tendenze riguardo il dollaro americano sono spesso più prevedibili rispetto a quelle di valute più esotiche.

Ideale per i debuttanti, il  dollaro, associato ad un’altra valuta principale, come ad esempio l’euro, rappresenta un metodo eccellente per realizzare profitti nel Forex.

 

Gli indicatori da seguire per tradare sul dollaro americano

Come la maggioranza delle valute, il Dollaro americano ed il suo valore dipendono dalla differenza tra l’offerta e la domanda nel mercato dei cambi. Ma per poter anticipare l’offerta e la domanda, bisogna seguire da vicino gli indicatori seguenti:

  • Politica monetaria americana: gestita dalla Federal Reserve o Fed, può influenzare il tasso di interesse o la quantità di valuta in circolazione.
  • I risultati economici degli Stati Uniti: riflesso della potenza americana e quindi della sua moneta.
  • Il volume di scambi commerciali internazionali: essendo il dollaro utilizzato nella maggior parte dei casi, il loro volume influisce sul tasso di cambio di questa valuta.

Infine, le situazioni di crisi economica mondiale favoriscono spesso un rialzo del Dollaro che diventa così valuta rifugio.

 

Corsi delle valute